Preparare un file per la stampa offset

Preparare un file per la stampa offset

Preparare un file per la stampa offset

L’offset è una stampa definita “indiretta”: ciò significa che la stampa non avviene, come negli altri tipi di stampa in maniera diretta, ovvero trasferendo direttamente l’inchiostro dalla lastra al supporto, ma avviene con l’inchiostro che viene prima riportato dalla lastra tipografica al caucciù e da questo successivamente alla carta.

I principali vantaggi della stampa offset sono generalmente l’estrema definizione e l’alta risoluzione, ma ci sono anche degli svantaggi come la bassa coprenza degli inchiostri.

Per la stampa il file dovrà essere impostato a 300 dpi con margini al vivo di almeno 3 mm per lato e crocini di taglio.

Inoltre è preferibile mandare i file dimensionati in relazione alla tipologia di stampe da realizzare con le seguenti caratteristiche:
PICCOLO FORMATO: risoluzione 300 dpi in scala 1:1
MEDIO FORMATO: risoluzioni 300 dpi in scala 1:1
GRANDE FORMATO: risoluzione a 300 dpi in scala 1:10

Il formato idoneo per la stampa è il PDF. Per le stampe Offset dei file in formato PDF l’impostazione deve essere settata su “qualità tipografica”.

Per una giusta corrispondenza dei colori è necessario progettare i file in quadricromia (CMYK), senza gestione dei profili.

In generale, poiché i colori potrebbero risultare diversi da monitor a monitor e da monitor a stampante,  vi consigliamo di fornirci prove colore certificate, per poter avere garantita l’esatta cromia.

Un altro passaggio fondamentale da fare è quello di convertire obbligatoriamente in tracciato o in curve tutti i font.

Pertanto, ricapitolando le raccomandazioni più salienti:

i file vanno preparati a pagine singole, in alta risoluzione, con i segni di taglio, in quadricromia, con gli smargini di 3 mm per lato.

Membri di

TMB Stampa © TMB Stampa S.r.l. Responsabile: Claudia Bartolini. - Partita IVA 12226901002. Informativa Privacy ex Regolamento UE 2016/679.
Made with oZone iQ